il network

Lunedì 22 Ottobre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


TORRE DE' PICENARDI

Giorno della memoria: il toccante ricordo di Leone Ginzburg

Con un omaggio al noto letterato e antifascista, fondatore della casa editrice Einaudi e del Movimento Federalista Europeo, la commemorazione delle vittime dell’Olocausto

TORRE DE' PICENARDI - «Siamo qui stasera per ricordare, in particolare, un uomo mite, integerrimo e irriducibile. Un ebreo nato in Russia ma poi naturalizzato italiano, Leone Ginzburg». Il sindaco di Torre de’ Picenardi, Mario Bazzani, dopo aver ricordato la frase della neosenatrice Liliana Segre ‘La memoria è l’unico vaccino contro l’indifferenza’, ha aperto così ieri (sabato 27), con un omaggio al noto letterato e antifascista, fondatore della casa editrice Einaudi e del Movimento Federalista Europeo, la commemorazione delle vittime dell’Olocausto, nel ‘Giorno della Memoria’. Poi l’intervento del sindaco di Ca’ d’Andrea Franco Potabili Bertani, per cui la «Shoah ha rappresentato il buco nero in cui sono precipitati tutti i valori della civiltà europea moderna», del parroco don Claudio Rossi che ha distribuito le riproduzioni di un ‘Mausoleo stilizzato’ realizzato da uno studente della quinta A del Vacchelli di Cremona nel 2009, in occasione di un Vioaggio della Memoria a Strasburgo. Poi altre letture e l’accensione delle fiaccole.


 

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

28 Gennaio 2018